Il mondo della cultura, della letteratura, dell’arte e dello spettacolo a sostegno della battaglia civile sulle servitù e le attività militari in Sardegna

Non sempre è facile mobilitare intellettuali, artisti, gente del variegato mondo della cultura, a sostegno di battaglie civili e politiche complesse, ostiche, non molto glamour come questa. In questo caso, tante persone, non solo sarde, hanno mostrato un’immediata adesione a un appello che non vuole esaurire il problema dell’asservimento militare della Sardegna né limitarsi a…

Continue reading →

Per sottrarsi al dominio bisogna sconfiggerne l’egemonia: verso una via sarda alla democrazia (2/2)

La Sardegna, oltre al primato delle aree adibite a usi militari dell’intero territorio statale (circa il 60%) e a quello delle aree inquinate da bonificare (Aree SIN, ecc.), vanta anche il primato di suicidi e di uso di antidepressivi. E anche quanto a ludopatia non siamo proprio agli ultimi posti. Non so questi dati siano…

Continue reading →

Per sottrarsi al dominio bisogna sconfiggerne l’egemonia: verso una via sarda alla democrazia (1/2)

Ci sono tante questioni aperte sul tappeto, in Sardegna, questioni che sembrano eterne e quasi irrisolvibili per loro natura. Oppure perché i Sardi, per un proprio difetto congenito, non sono in grado di risolverle. Almeno, questa è la spiegazione “ufficiale”. È la spiegazione di tutto l’establishment politico-affaristico (i Sardi come inconveniente, come “limite”). È la…

Continue reading →

Letture estive edificanti: libri che, secondo me, vale la pena leggere

Vorrei segnalare alcuni libri che ho letto quest’estate e che mi pare valga la pena di consigliare. Non c’è un criterio organico, in questi consigli di lettura, e forse nemmeno un filo conduttore unico. Ma non è detto. ————————————————– Inizierei con un romanzo storico, La grammatica di Febrés (Arkadia, 2019), di Nicolò Migheli. L’autore è…

Continue reading →

Negazionismo climatico, speculazioni e colonialismo in Sardegna

Oggi ho commentato una notizia che – come spesso accade, lo confesso – ho scovato tramite i social. Sulle pagine della Nuova da qualche giorno è in corso un dibattito su questioni ambientali e questioni socio-economiche annesse. Un intervento in proposito dell’ex sindaco di Oristano Guido Tendas (PD) ha suscitato la risposta pubblica, su Facebook,…

Continue reading →

L’eterna subalternità al militarismo della politica coloniale sarda

Avrei voluto scrivere ancora di libri, qui, e prima o poi lo farò, ma non posso tacere su una faccenda che mi chiama in causa da diversi punti di vista. Sto parlando della riverniciata militarista e self-colonized che l’amministrazione comunale di Nuoro ha deciso di dare alla festa del Redentore di questo 2019. Mi chiama…

Continue reading →

Questione identitaria sarda, suo uso ideologico e suoi fraintendimenti, nell’ottica di un’autodeterminazione democratica

Sul profilo Facebook dell’amico Emiliano Longobardi è nata una discussione a proposito di specialità sarda, mitologie annesse e trattamento mediatico e commerciale delle medesime. Un discorso che in questa sede è di casa. In particolare ho avuto un interessante scambio di vedute con Cesare Giombetti. Riporto qui alcune sue obiezioni e le mie risposte, senza…

Continue reading →

Esce Menelique, magazine radicale e internazionale

Fortunatamente esistono ancora dei folli visionari che non si accontentano dell’esistente. Ideare, progettare e realizzare una nuova rivista, con qualche ambizione in termini di contenuti e di confezione grafica, è un atto di coraggio già di per sé. Diventa quasi un atto sovversivo se i contenuti in questione non assecondano l’egemonia culturale dominante. Menelique si…

Continue reading →

Sardi, vil razza dannata (e ingrata), o del razzismo più o meno consapevole

Tra le tante polemiche social di questo periodo, una ha riguardato un importante esponente del PD, Gianni Cuperlo, e alcune sue dichiarazioni sulla Sardegna. Il tutto è nato da alcuni lanci giornalistici, sintetizzati in titoli ad effetto. Uno è questo: Alle polemiche (cui ho contribuito, lo ammetto), sono seguiti tentativi di replica e/o di contestazione…

Continue reading →