Che storia è questa?

La sottovalutazione dell’importanza della conoscenza storica favorisce, tra le altre cose, un uso pubblico della storia sotto forma di propaganda o mitopoiesi: nessuna delle due ha un intento informativo/formativo, bensì prevalentemente manipolatorio. È un problema enorme del nostro tempo. In Sardegna, come in tutti i casi di subalternità culturale e di rapporti asimmetrici tra territori…

Continue reading →

Desolazione elettorale e fine dell’illusione democratica

La campagna elettorale per il rinnovo del parlamento italiano riassume e rende esplicita la crisi finale della democrazia rappresentativa e i suoi riflessi su una terra sottoposta a vincoli di natura coloniale come la Sardegna. Se la campagna elettorale in corso vi sembra squallida e respingente e vi sentite disgustatə dalla politica, non è colpa…

Continue reading →

Insularità in costituzione: una sconfitta storica nel momento peggiore

Il Parlamento italiano approva la legge costituzionale relativa all’inserimento nella Carta fondamentale del “principio di insularità”. Grande giubilo unanime della politica e dei mass media sardi. Dove sta la fregatura? Cominciamo col dire che l’intera campagna per l’inserimento dell’insularità in costituzione si è svolta sostanzialmente “a reti unificate”, con la partecipazione convinta di tutto l’arco…

Continue reading →

Cuncàmbias, festival di cultura popolare, ossia la risposta

Ocannu puru, comente cada annu dae bator lustros, torrat in Santu Sparau Cuncàmbias, festival de cultura populare, e arribat in su momentu giustu. Connòsco Cuncàmbias dae annos medas e bi torro belle cada annu, in una manera o in un’àtera, ma semper cun praghere mannu. Cuncàmbias est unu festival de cultura populare in su sensu…

Continue reading →

Lo sa il vento

Centinaia e centinaia di aerogeneratori occupano il territorio e ben presto anche il mare della Sardegna. La politica istituzionale, fin qui passiva, si risveglia all’improvviso e orchestra, complice l’informazione, una campagna retorica apparentemente ostile a queste operazioni. C’è molto di opaco e di ambiguo in tutto ciò. E intanto i disastri climatici e ambientali incombono,…

Continue reading →

L’agonia politica sarda come opportunità di rilancio democratico

Proviamo a mettere insieme alcune riflessioni sulle ultime elezioni amministrative, a incrociarle con le questioni aperte di questo periodo e vediamo se se ne può trarre qualche utile indicazione per una stagione politica nuova. Nel contesto della difficile situazione internazionale, la Sardegna appare sempre di più come una misera pedina sacrificabile, senza voce né soggettività….

Continue reading →

La cultura (si) paga

Parto da una serie di considerazioni espresse dal collega Daniele Mocci su Facebook, per rilanciare una serie di spunti di riflessione relativi alla produzione culturale, a chi la realizza, ai suoi costi (non solo monetari) e alla pessima distribuzione del valore che se ne estrae. Daniele Mocci – narratore ad ampio spettro, animatore culturale (tra…

Continue reading →