Il futuro della “Sarda Rivoluzione”

Nella giornata dedicata al ricordo dei fatti del 28 aprile 1794 e del periodo rivoluzionario sardo, Die de sa Sardigna, con Maurizio Onnis, autore di testi scolastici, scrittore e attualmente sindaco di Vaillanovaforru, abbiamo realizzato una conversazione storica che è andata in diretta nella pagina Facebook e nel canale YouTube di Corona de Logu (assemblea…

Continue reading →

Tiranni, statue e nazionalismi: domande giuste, risposte sbagliate, trappole da cui uscire

Una mozione del gruppo sardista in Consiglio comunale a Cagliari, a proposito della statua di Carlo Felice, innesca una polemica su simboli, memoria, storia e arredi urbani. Non è la prima volta e, come quasi sempre, l’impressione è che sia tutto sbagliato. La proposta del PSdAz cittadino, alleato con la destra italiana più o meno…

Continue reading →

Cent’anni del PSdAz: contesto e premesse di una rivoluzione tradita

Ieri ricorreva il centesimo anniversario della fondazione del Partito Sardo d’Azione, su Partidu Sardu (per antonomasia). È un’occasione preziosa per riflettere sul nostro recente passato e sul nostro presente. Occasione colta parzialmente e con qualche distrazione. Non prendo in considerazione il discorso fatto ieri a Oristano dal presidente della Regione Christian Solinas, la cui retorica…

Continue reading →

Sardaragate*, cadute dal pero, affari opachi, stellette e assestamenti politici

Non morivo dalla voglia di parlarne. Mi sembra che ci siano parecchie cose che debbano ancora emergere dalla vicenda di Sardara. Però forse è utile chiarirne le proporzioni e i vari aspetti. L’indignazione per la violazione delle norme anti-covid, ovviamente giustificata, è solo la superficie della faccenda e può essere anche usata come diversivo. Non…

Continue reading →

Nuovo libro, nuove necessarie riflessioni su indipendentismo, sardismo, democrazia in Sardegna

Cristiano Sabino e Giovanni Fara provano a condensare in un libro un’analisi sulle recenti vicende dell’indipendentismo sardo, con sguardo critico e autocritico. Un’operazione necessaria, al di là delle consuete discussioni tra militanti o ex militanti e delle inutili schermaglie sui social media. Necessaria ma non sufficiente, questo è anche banale precisarlo. Ne sono consapevoli gli…

Continue reading →

Articolo per Filosofia de Logu e seconda presentazione del libro del collettivo

Nel sito di Filosofia de Logu esce un mio articolo, su tematiche già variamente trattate anche qui su SardegnaMondo. La Sardegna è un luogo delimitato da una geografia intransigente. Non c’è verso di ignorarla, se non a prezzo di mistificazioni. È anche una terra abitata continuativamente da millenni. Per questo è anche un luogo su…

Continue reading →

Di chi è la Sardegna? Zone colorate, inadempienze politiche e sindromi coloniali

È complicato gestire una situazione eccezionale come una pandemia, contemperando le esigenze di territori diversi per estensione, demografia e condizioni sanitarie. Aggiungerci il carico delle reazioni compulsive e della disinformazione è un po’ troppo. Nei giorni scorsi si è letto e sentito di tutto, con la solita coda di polemiche social senza capo né coda….

Continue reading →

Il nucleo materiale (e materialista) dell’autodeterminazione

La legittimità e la necessità del processo di autodeterminazione, in Sardegna, ha poco a che fare con il nazionalismo, l’etnocentrismo e l’identitarismo. Lo stesso indipendentismo sardo non ha le idee chiarissime, in merito. In proposito, la situazione in cui ci troviamo oggi, relativamente alla gestione della pandemia, ci offre un esempio concreto estremamente significativo, su…

Continue reading →

Decolonizzare il pensiero e anche molto altro in Sardegna e (ri)connettersi col mondo

Ieri, 4 marzo, si è tenuta la prima presentazione pubblica del libro (a cura di Sebastiano Ghisu e Alessandro Mongili) Filosofia de Logu. Decolonizzare il pensiero e la ricerca in Sardegna, Meltemi. Naturalmente, date le restrizioni dovute alla pandemia, la presentazione è stata in video, ma questo ha consentito di giovarsi di due discussant di…

Continue reading →