Spopolamento e povertà in Sardegna tra antichità ed evo contemporaneo

(Articolo pubblicato sul num. 21 di “Sardegna mediterranea”, aprile 2007) Introduzione Nel contesto storico europeo, le caratteristiche più tipiche tradizionalmente attribuite alla Sardegna sono l’endemica povertà demografica e l’arretratezza economica. Tali fenomeni, fusi insieme nell’immagine di una terra senza storia, hanno finito per creare una vera convenzione storiografica, come se si trattasse di dogmi indubitabili,…

Continue reading →

Cronologia essenziale: gli avvenimenti. 2.Dal primo dopoguerra ad oggi

1921 A Livorno, fondazione del Partito Comunista d’Italia, tra i cui leader c’è A. Gramsci. A Oristano, fondazione del Partito Sardo d’Azione. 1923-43 Una parte del PSd’Az confluisce nel Partito Nazionale Fascista, il resto viene smantellato dal regime. Anni ’30 Imponenti misure di bonifica e infrastrutturazione in alcune aree dell’Isola. Altri investimenti, già finanziati, subiscono…

Continue reading →

Cos’è la Storia?

Tutti presumono di sapere cosa sia la Storia, se non altro per averla odiata sui banchi di scuola. In realtà non è facile dare una risposta convincente al quesito, perché in genere entrano in gioco sensibilità e propensioni personali che pregiudicano l’obiettività della definizione. Data per scontata la natura approssimativa di ogni tentativo in questo…

Continue reading →

La Sardegna oggi: analisi storico-politica

La Sardegna vive in questi anni un momento di passaggio delicato e, insieme, potenzialmente fondativo. “Delicato”, perché tale momento si presenta in un periodo di estrema fragilità della civiltà capitalista occidentale, nel cui ambito la Sardegna è inserita, ma in una scomoda posizione marginale, dunque debole; al contempo “fondativo”, perché si pongono le premesse per…

Continue reading →

Di cosa si parla quando si parla di Sardegna (2. Sardegna e Italia)

Quando si parla di Sardegna in ambiti teorici generali (in un testo storico, in una trasmissione televisiva, in un dibattito letterario, ecc.) ci si imbatte facilmente in eufemismi, in definizioni vaghe al limite dell’insignificanza, in imbarazzanti tentativi di “politicamente corretto”, che di solito rendono confuso il discorso o, spesso a dispetto delle intenzioni, ne accentuano…

Continue reading →