Lezioni da imparare

Un fantasma si aggira per l’Europa, è il fantasma del populismo. Sotto questa etichetta di comodo finiscono un po’ tutti i risultati elettorali che rompono lo status quo dell’establishment continentale, dalla vittoria di Syriza in Grecia, al successo dei nazionalisti polacchi a quello di Podemos e analoghi in Spagna.

Continue reading →

Il nostro posto nell’Europa degli equivoci

Se la Sardegna fosse un posto approssimativamente vicino agli standard culturali, sociali e politici europei, in questo momento avremmo una assemblea legislativa e un governo regionale al lavoro. Potremmo dunque discutere di questioni politiche serie e non di pasticci nelle operazioni di spoglio o di raccapriccianti trattative per la formazione della giunta regionale. Uno dei […]

Continue reading →

L’Europa e noi

Si parla molto male dell’Europa, ultimamente, confondendo spesso e volentieri il continente con l’Unione Europea, che è decisamente un’altra cosa. Del resto, lo stesso comitato del premio Nobel per la pace è incorso nel medesimo equivoco non più di pochi giorni or sono, che vogliamo farci? A gettare un’ombra sinistra sull’idea stessa di Europa unita […]

Continue reading →

E infatti…

Puntualmente, a riprova di quanto dicevo nel post precedente, ecco arrivare la risposta impietosa dell’Unione Europea ai mendicanti sardignoli in trasferta (pagata da noi): “Imparate ad arrangiarvi, che siete grandi!”.

Continue reading →

Educazione cinica

Recentemente il Comune di Nuoro ha deciso di aderire ad una campagna di sensibilizzazione governativa circa le elezioni europee. Si tratterebbe di convincere i giovani sardi tra i 17 e i 30 anni a non disertare le urne in occasione del prossimo rinnovo del Parlamento di Strasburgo. Iniziativa di per sé meritoria e contemporaneamente velleitaria, […]

Continue reading →