Poco da festeggiare

Il 17 marzo 1861 il Parlamento del Regno di Sardegna stabilì che da quel momento in poi sarebbe stato il Parlamento del Regno d’Italia, conferendo dunque il titolo di re d’Italia a Vittorio Emanuele II, fino a questa data re di Sardegna (Cipro e Gerusalemme). Era la certificazione dei mutamenti avvenuti nell’ultima dozzina di anni, […]

Continue reading →

Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare

Anche tra la Sardegna e l’Italia c’è di mezzo il mare. Il mare stabilisce la distanza tra la finzione illusoria e la cruda realtà. La demagogia spicciola, da ciarlatani senza risorse, è l’unica soluzione per la nostra classe politica. Incapace di darsi una credibilità che i fatti le hanno inesorabilmente sottratto, privo di visione, di […]

Continue reading →

Ricorrenze rimosse

Oggi cadono due ricorrenze storiche, una sarda e una italiana, che non trovano alcun riscontro sui mass media. Il 30 ottobre 1812, quindi precisamente duecento anni fa, veniva repressa a Cagliari la cosiddetta “congiura di Palabanda”, ultimo tentativo rivoluzionario della lunga stagione cominciata sull’Isola nel 1794. Il 30 ottobre del 1922, invece, a Roma, il […]

Continue reading →

La storia inventata nella terra senza storia

In un periodo in cui l’evidenza della realtà che ci circonda riesce a vincere in molti casi e in molti modi la rappresentazione ideologica che si tenta di darne, la Sardegna brilla per ostinazione nel fabbricare mitologie posticce e improbabili ricostruzioni storiche. Non a vantaggio di un senso di partecipazione dei sardi ad una vicenda […]

Continue reading →

Amare ricorrenze

Cento anni fa accadevano cose che dovrebbero suonarci familiari. L’Italia si avventurava nella guerra in Libia, operazione smaccatamente coloniale, con relative atrocità annesse (e documentate). Tripoli bel suol d’amore e baggianate varie coprirono la realtà di una guerra crudele, razzista, condotta senza alcuna pietà per le popolazioni civili. Poco di questo risulta nella retorica patriottarda […]

Continue reading →

Sardegna e unificazione italiana: la nazione rimossa

Il pezzo che segue è tratto dal sito di ProgReS —————————————————— di Maltinu Dibéltulu e Omar Onnis In questi giorni in cui si sbandiera tanto la necessaria partecipazione dei sardi alle celebrazioni dell’unificazione italiana quel che non manca è la retorica. Una retorica che si avvale di tutti i meccanismi del peggior dispositivo propagandistico nazionalista. […]

Continue reading →