Recensione: CELESTINO TABASSO, Forse non fa. Dieci errori da evitare a Cagliari, Napoli-Bologna, Caracò editore, 2013

Esiste un filone piuttosto consistente, nella letteratura e nella saggistica sarda, che si occupa del nostro mito identitario, dei nostri stereotipi e delle narrazioni che ne discendono. Apparentemente si tratta di opere sì eterogenee, ma tutte indirizzate a un medesimo obiettivo: decostruire l’immagine che i sardi e/o i non sardi hanno dei sardi stessi, di […]

Continue reading →

Recensione: C. PORCEDDA, M. BRUNETTI, Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna, Milano, Edizioni Ambiente, 2011

“L’ischit su bentu”, lo sa il vento, si dice in Sardegna, quando una risposta è impossibile da conoscere, o troppo imbarazzante per essere pronunciata. Lo sa il vento cosa sia il male invisibile della Sardegna, di cui si parla nel sottotitolo di questo libro. Un male che assume i tratti della malattia dello spirito, ma […]

Continue reading →

Recensione: FRANCISCU SEDDA, I sardi sono capaci di amare. Coscienza e futuro di una nazione, Cagliari, Kita, 2010

Non sono tanti i manifesti politici nella storia della Sardegna contemporanea. Forse perché non è stata cospicua la meditazione e la condivisione teorica su temi che riguardano la nostra collettività storica in termini pragmatici, propositivi. Molta teoria, poca prassi insomma. Anzi, una fobia abbastanza evidente  e generalizzata per i possibili risvolti politici delle proprie elaborazioni […]

Continue reading →