Capire, condividere, liberarsi e scongiurare il peggio

Mettiamola così. Siamo già ben dentro una situazione prebellica, le condizioni ambientali del pianeta non sono buone, la distribuzione delle risorse è pessima, la rapacità delle classi dominanti aumenta. C’è da aspettarsi significativi progressi nei prossimi decenni? Direi di no. Piuttosto, un radicalizzarsi delle situazioni più gravi e una accelerazione dei processi degenerativi, senza escludere […]

Continue reading →

Distrazioni di massa

I fatti di Parigi del 7 gennaio scorso hanno scosso l’opinione pubblica anche in Sardegna, com’è inevitabile. Ed anche in Sardegna si è scatenato il delirio anti-islamico e anti-immigrazione. L’episodio sconcertante dell’assessore alla cultura di Bonorva, che lancia proclami di odio via FB, è solo un sintomo. È il sintomo della pessima selezione della nostra […]

Continue reading →

Raccontarsi, essere raccontati, essere

Do un passaggio a una signora marocchina. Si lamenta del fatto che nessuno si sia nemmeno fermato a sentire cosa volesse, lì allo stop, lungo una strada di raccordo con la statale, tra Pergine e Trento. Attribuisce la circostanza al razzismo degli italiani (in generale), poi a quello dei trentini in particolare. Io spiego che […]

Continue reading →

La memoria di chi?

Spesso mettere insieme elementi apparentemente disconnessi risulta molto istruttivo. In questo caso individuo una consonanza significativa tra la Giornata della Memoria, la gita in Sardegna dei “big” della politica italiana per la campagna elettorale, i dati sulla nostra crisi economica e l’uccisione per futili motivi di un lavoratore straniero da parte di un giovinastro di […]

Continue reading →

Razza? Umana!

Il Presidente del Consiglio italiano, Silvio Berlusconi, nonostante gli interrogativi sempre aperti sul suo passato, sul suo presente e sul suo futuro, ha recentemente trovato il tempo di dichiarare di non desiderare un’Italia multi-etnica. Sono di questi stessi giorni le polemiche tra il governo italiano e le organizzazioni internazionali che si occupano di rifugiati, seguite […]

Continue reading →

Rigurgiti e miasmi

Brutta aria, entro i confini dello stato italiano. Non sono solo le puzze assortite di immondizia ad avvelenare l’atmosfera, ma anche il fetore di rigurgiti ben identificabili. Ciò che non è stato digerito e metabolizzato, nella storia come nel corpo umano, tende a riproporsi. Magari ha l’aspetto un po’ diverso, ma la sostanza è la […]

Continue reading →