La prevalenza dell’imbecille

Grande scalpore per le dichiarazioni attribuite a Umberto Eco in un articolo della Stampa, a proposito di internet. Secondo il semiologo e romanziere, internet avrebbe il torto di dare spazio a “legioni di imbecilli” altrimenti inoffensivi, consentendo loro di produrre disastri. Questo è ciò che è passato su tutti i mass media e i social […]

Continue reading →

Mass media e rivolta dell’oggetto

Periodicamente si accende la discussione a proposito di internet e soprattutto di social network. Un po’ come accadeva fino a pochi anni fa a proposito di televisione. È capitato anche nei giorni scorsi, suscitata dall’episodio dell’uomo che ha ucciso la moglie e se n’è vantato su Facebook, ottenendo alcune centinaia di “mi piace”. La discussione […]

Continue reading →

Sapere poco, saperlo male

Il motivo per cui è così facile abbandonarsi ai luoghi comuni o alle tesi più avventurose, riguardo la Sardegna, è che ne sappiamo poco su troppe cose e quel poco che sappiamo lo sappiamo male. La scuola e i mass media hanno un peso notevole, in questa faccenda, ma essi, dopo tutto, maneggiano materiali che […]

Continue reading →

La creazione del senso comune

Girovagando per wikipedia, mi imbatto in una voce relativa a un fatto storico, la Battaglia di Ponte Nuovo. Si trattò di un evento decisivo per le sorti della Corsica contemporanea. Le truppe della Repubblica corsa di Pasquale Paoli furono sconfitte, presso il Ponte Novu, da quelle francesi, chiudendo la parabola storica dell’indipendenza corsa. Tre mesi […]

Continue reading →

I conti con la realtà

È inevitabile che il disastro sardo di questi giorni susciti reazioni forti. Non solo di commozione e di cordoglio, ma anche di rabbia. È inevitabile, perché c’è la precisa coscienza dell’ingiustizia, dell’enormità sproporzionata degli effetti, rispetto a una pur eccezionale dimensione delle cause. Spesso è una rabbia cieca, senza parole. E in queste ore è […]

Continue reading →

Pedagogia dell’inattualità

Siamo immersi in un campo di forze narrative estremamente complesso e articolato. La capacità di assorbimento di informazioni del nostro cervello si è evoluta in centinaia di migliaia di anni per rispondere a mutamenti anche repentini, per escogitare soluzioni concrete a situazioni diverse, senza poter ricorrere alla forza bruta o alla velocità o ad altre […]

Continue reading →