Crisi dell’informazione locale, questione politica

Nei giorni scorsi ha fatto rumore lo stato di crisi proclamato dall’emittente televisiva Videolina. Si è parlato di licenziamenti e di ridimensionamento delle produzioni. Una notizia che fa seguito alla crisi, ancora più drammatica e ormai consumata, dell’altra emittente Sardegna1. Si tratta evidentemente dei sintomi di un malessere strutturale, non di una situazione occasionale, malessere […]

Continue reading →

Da che parte stai?

Noi sardi ci conosciamo poco, sicuramente meno di quanto crediamo. Preferiamo affidarci ai luoghi comuni e non darcene troppo pensiero. In particolare non conosciamo la Sardegna, abbiamo un’idea estremamente semplificata e direi turistica (per parafrasare Marcello Fois) della nostra terra e di tutto ciò che la riguarda. Su questo il sistema di potere vigente (vigente […]

Continue reading →

Critica delle fonti

Lo storico del futuro, che compulserà le emeroteche alla ricerca di notizie da confrontare e da vagliare, avrà i suoi bravi grattacapi quando si troverà ad affrontare la stampa sarda. Emblematico della nostra condizione penosa di disinformazione e manipolazione del consenso è il caso dell’area di Tuvixeddu, a Cagliari. Sito archeologico di rilevanza mondiale, da […]

Continue reading →

Ops, mi è scappata l’indipendenza

Sul Corriere della Sera del 25 settembre 2010 ci sono ben tre pagine dedicate alla Sardegna e al “furore” indipendentista di cui la nostra terra sarebbe preda. Inviati del calibro di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo si soffermano sulla curiosa evenienza di un consiglio regionale (organo istituzionale dell’ordinamento giuridico italiano) in cui si discetta […]

Continue reading →

Priorità

C’è un’emergenza, in Sardegna. Qualcosa che non lascia dormire sonni tranquilli ai nostri poveri governanti locali (per conto terzi). Un problema epocale, strutturale, fondamentale. La televisione. Il problema non consiste nel ruolo antagonista e di controllo dell’informazione televisiva, il famoso “quarto potere” di wellesiana memoria, bensì nell’indebolimento della TV come strumento di dominio delle coscienze.

Continue reading →

Segnali e messaggi

Non sentite anche voi questa strana sensazione di turbamento? La percezione extrasensoriale di un’oscurità avanzante. Mi sento tanto come un elfo in una storia di Tolkien: so che il Male sta avanzando, lo sento, lo riconosco in mille segnali. Eppure sembra che nulla sia mutato, che in fondo le cose vadano come sempre.

Continue reading →

Libertà ed egemonia

Oggi la Federazione della Stampa proclama una giornata di agitazione e protesta in difesa della libertà d’espressione e dell’art. 21 della Costituzione italiana. Ci si è resi conto che la libertà dei giornalisti e soprattutto il diritto dei cittadini ad essere correttamente e compiutamente informati in Italia non è che godano di ottima salute.

Continue reading →

Pubblico o privato

Come spesso succede per le cose veramente importanti, ad un dibattito  serio e argomentato circa i nuovi media informatici si sostituisce ormai quasi sempre un chiacchiericcio pettegolo e mal fondato, alimentato da settori economici e culturali che vedono in internet o un pericoloso concorrente commerciale, o una minaccia per il proprio ruolo egemonico, o entrambi. […]

Continue reading →