Divide et impera

Le cronache riportano di festeggiamenti in piazza da parte di alcuni sassaresi per la retrocessione del Cagliari calcio in serie B. Benché a molti questa manifestazione di campanilismo sia sembrata incongrua e di cattivo gusto, o addirittura politicamente significativa, ritengo che si sia trattato di un episodio del tutto innocuo e abbastanza scontato.

Continue reading →

Bandiere, politica e autocolonialismi

Fateci quello che volete, le cose peggiori possibili, ma non toccateci i nostri simboli e il nostro orgoglio!  Questa è una delle conclusioni cui si può giungere dopo alcuni singolari postumi sardi dell’elezione del presidente della repubblica italiana. Un’altra conclusione possibile è che l’apparato di potere proconsolare che domina l’isola abbia bisogno di trovare continue […]

Continue reading →

La storia è politica?

Il pezzo qui dedicato a NurNet ha suscitato diverse reazioni. Naturalmente è sacrosanto che si discuta e ci si confronti ed anzi questo dovrebbe essere il senso di ogni intervento nella sfera del discorso pubblico. Noto tuttavia che in pochissimi casi e solo marginalmente si è entrati nel merito dei problemi sollevati. Sarà bene, dunque, […]

Continue reading →

Essenzialismi culturali, populismo e progetti politici opachi

Da circa un anno opera in Sardegna un’entità chiamata NurNet. Nata come operazione di raccolta e diffusione di immagini archeologiche sui social media, diventata una sorta di polo di attrazione per contestatori delle verità storico-archeologiche ufficiali, ha assunto nel corso dei mesi una dimensione tale da pretendere di avere voce in capitolo non solo su […]

Continue reading →