Il servilismo interessato della classe dominante sarda, fattore storico contemporaneo dal costo insostenibile

Il passaggio cruciale della nostra epoca, la sua radice, è il periodo rivoluzionario. La sconfitta della parte più aggiornata e dinamica della società sarda di fine Settecento comportò la determinazione dello stile politico dei due secoli successivi. Sappiamo che nel 1799, in marzo, la corte sabauda dovette riparare a Cagliari, in fuga dalle armate francesi. […]

Continue reading →

Il mondo della cultura, della letteratura, dell’arte e dello spettacolo a sostegno della battaglia civile sulle servitù e le attività militari in Sardegna

Non sempre è facile mobilitare intellettuali, artisti, gente del variegato mondo della cultura, a sostegno di battaglie civili e politiche complesse, ostiche, non molto glamour come questa. In questo caso, tante persone, non solo sarde, hanno mostrato un’immediata adesione a un appello che non vuole esaurire il problema dell’asservimento militare della Sardegna né limitarsi a […]

Continue reading →

Per sottrarsi al dominio bisogna sconfiggerne l’egemonia: verso una via sarda alla democrazia (2/2)

La Sardegna, oltre al primato delle aree adibite a usi militari dell’intero territorio statale (circa il 60%) e a quello delle aree inquinate da bonificare (Aree SIN, ecc.), vanta anche il primato di suicidi e di uso di antidepressivi. E anche quanto a ludopatia non siamo proprio agli ultimi posti. Non so questi dati siano […]

Continue reading →

Negazionismo climatico, speculazioni e colonialismo in Sardegna

Oggi ho commentato una notizia che – come spesso accade, lo confesso – ho scovato tramite i social. Sulle pagine della Nuova da qualche giorno è in corso un dibattito su questioni ambientali e questioni socio-economiche annesse. Un intervento in proposito dell’ex sindaco di Oristano Guido Tendas (PD) ha suscitato la risposta pubblica, su Facebook, […]

Continue reading →

Greta, il futuro e noi

Sì, noi. Tutti noi. La vagonata di complottismi da quattro soldi, ma persino le critiche più ponderate, riversati sulle grandi manifestazioni di venerdì 15 marzo non possono nascondere una verità: abbiamo un grosso problema e non lo stiamo affrontando. In molti hanno provato a spostare il focus su Greta Thunberg, diventata da promotrice a icona, […]

Continue reading →