Depressione

Neanche il tempo di sbarazzarsi dei rimasugli delle feste, ecco che ripiombiamo nella realtà. Com’è che la realtà è sempre triste, dalle nostre parti? Quasi per definizione: la “triste realtà”. Niente di strano dunque che, mentre duecento chilometri più a sud scoppiano tumulti per il rincaro dei beni di prima necessità (come da noi cento […]

Continue reading →

Spezzare il sortilegio

È sconsolante scorrere la cronaca quotidiana delle manifestazioni di questa o quella categoria di cittadini, di lavoratori, di esseri umani, che occupa le pagine dei giornali e i servizi dei tg sardi. Gli incidenti di ieri, in occasione dell’ennesima protesta del MPS, non sono un episodio casuale o contingente. La Sardegna sta toccando con mano […]

Continue reading →

Stranieri a noi stessi

In tempi di crisi conclamata, tra proteste e rivendicazioni destinate a non produrre risultati concreti, e in assenza di qualsiasi risposta credibile da parte della politica, offre materia di riflessione il fatto che ci sia qualcuno disposto a rischiare il tutto per tutto – a volte pure perdendolo – per arrivare in Sardegna. Magari a […]

Continue reading →

Problem solving

Non facciamo finta di niente. Lo sappiamo bene che ci attendono decenni problematici. Le magnifiche sorti e progressive cantate dagli stregoni neo-capitalisti si sono scontrate contro quella cosa spigolosa e ostinata che si chiama realtà, questo possiamo constatarlo tutti. Certo, l’Egemonia imperante ha ben saldi in mano i mass media e può continuare a intortarci […]

Continue reading →

La storia siamo noi

Una classe politica votata alla mediazione col potere centrale, a protezione di privilegi suoi e altrui. Le risorse del territorio appaltate o cedute al controllo forestiero, per lo più di natura parassitaria e speculatrice. Disagio sociale, inadeguatezza dei salari al costo della vita e costante ricatto occupazionale come garanzia di condizioni lavorative scadenti. Controllo dell’informazione […]

Continue reading →

Quel che resta da fare

L’attuale fase di transizione storica, avviatasi tra il 1971 e il 1973, comporta una serie di eventi ed epifenomeni che – al di là delle loro manifestazioni contingenti – rispondono a processi macroscopici e di lunga durata difficili da controllare. Nondimeno, le classi dominanti del nostro tempo, come quelle di qualsiasi altra epoca umana, hanno […]

Continue reading →

Postilla

Ecco qui una notiziola, passata alquanto inosservata. La risposta alla crisi del comparto industriale sardo sarà il nucleare. Eh, mica possiamo farci mancare qualcosa! Che altro dire? Come sarebbe bello sbagliarsi, qualche volta…

Continue reading →

Stringente attualità

Questo, ciò che succede oggi e ciò che seguirà potrebbero essere giusto il preludio di ciò che ci aspetta nel prossimo futuro. Non solo in Sardegna, beninteso. La crisi finanziaria mondiale (di cui non si capisce se sia finita o no) è solo un aspetto di una crisi di sistema che non ha ancora mostrato […]

Continue reading →

Tornare indietro per andare avanti

Sembra che il mondo umano, troppo umano, stia per conoscere una bella ripassata di “realtà effettuale”. Benché il sistema egemonico faccia già rullare il tamburo della “ripresa” e del “peggio è passato”, i dati strutturali e le analisi indipendenti segnalano che la caduta è ancora in corso e non promette di risolversi in un atterraggio […]

Continue reading →