La politica sarda e la questione dell’autodeterminazione dopo le elezioni

Il post elezioni in Sardegna non sembra aver suscitato particolari riflessioni, tanto meno analisi ponderate e opportunamente contestualizzate. Al solito, inutile aspettarsi qualcosa dalla stampa sarda, per altro largamente schierata a favore della compagine di “centrosinistra” e del candidato Massimo Zedda. La sconfitta di quest’ultimo, a dispetto di tale sostegno mediatico (e di un certo […]

Continue reading →

Pastori, autonomia regionale, Catalogna, Europa: connessioni e silenzi

La campagna elettorale sarda sta mettendo in evidenza alcuni fattori decisivi della nostra sfera politica e sociale. La persistenza di problemi strutturali mai risolti (leggi: mai voluti risolvere); la mediocrità della nostra classe politica e dirigente in generale; il prezzo altissimo che dobbiamo pagare per la cappa ideologica e tematica imposta dall’egemonia politica italiana nell’isola; […]

Continue reading →

I pastori in lotta, il Cagliari calcio e i problemi strutturali irrisolti della Sardegna

Una scena difficile da giudicare. Io onestamente provo grande disagio. Che la situazione delle campagne sarde sia ciclicamente esplosiva dovremmo saperlo. Paghiamo problemi strutturali datati, che la politica non ha mai risolto. Forse perché non ha interesse a risolverli. La politica sarda, quella coloniale, padronale, clientelare, ha tutto l’interesse a mantenere intere fasce di popolazione, […]

Continue reading →

Democrazia ed elezioni, una relazione non scontata

Siamo in periodo elettorale e probabilmente è il momento meno adatto per la riflessione. Come si sa, le elezioni sono un gioco che ha le sue proprie regole, le sue dinamiche, un suo meccanismo interno. Partecipare significa accettarne le condizioni e calibrare la propria partecipazione in base a ragionamenti pragmatici. Stiamo parlando di democrazia rappresentativa, […]

Continue reading →